“Corriere dei Ragazzi” Internazionale: Spagna

La sombra, di Castelli e Tacconi

Dai tardi anni ’70 il settimanale Gaceta Junior edito da Unisa-Universo Infantil aveva cominciato a pubblicare con apprezzabile qualità storie del Corriere dei Piccoli scritte dall’infaticabile Mino Milani: tra queste l’“La Isla del tesoro” disegnata Hugo Pratt, il “Cuento de Navidad” (“Canto di Natale in prosa”) disegnato da Iris De Paoli, “Brazo de Ierro” (“Fortebraccio”) disegnato da Di Gennaro, “El Doctor Ox”, disegnato da  Grazia Nidasio, insieme a racconti senza personaggi fissi di Battaglia Di Gennaro (tra cui la memorabile “Besta de Gevaudan”), Toppi, Uggeri. Nel 1970 la pubblicazione si fuse brevemente con Tintin e chiuse; dopo un periodo di assenza, i personaggi del Corriere (ora “dei Ragazzi”) si trasferirono presso l’Editorial Bruguera. Fondata nel 1910 con il nome di “El Gato Negro”, nel bene e nel male (è la casa editrice de L’inverno del disegnatore di Paco Roca e del bel film inedito in Italia Valdez) la Bruguera ha garantito abbondanti letture a fumetti a varie generazioni di spagnoli; dopo un quasi fallimento nel 1982, fu rilevata dal Grupo Zeta e divenne in Ediciones B; un breve rilancio del marchio nel 2008 si concluse nel 2010 con la chiusura definitiva.

Il Maestro di Mino Milani e Aldo Di Gennaro

Le pubblicazioni a fumetti della casa editrice proponevano essenzialmente personaggi umoristici, come i famosi “Mortadelo y Filemon” di Jibanez. Erano distribuiti in un’enorme quantità di testate, supplementi e numeri speciali settimanali, mensili e di altre periodicità. La Bruguera pubblicò “La Sombra” (“L’Ombra”, in Super Pulgarcito, 1978) illustrata da Cubbino e soprattutto “Il Maestro” di Mino Milani, Aldo Di Gennaro e Giancarlo Alessandrini, che nelle pagine di Super Sacarino (1979) era stato evidentemente promosso ed era divenuto “El Profesor”. I soliti “Aristocratici” uscirono dal 1976 con il titolo “Los Aristocrates” in Super Mortadelo, Mortadelo Especial, Mortadelo Gigante; tra il 1980 e il 1983 ritornarono con il titolo “Los Gentlemen” in 5 album cartonati editi da Grijalbo.

Los Aristocratas, edizione spagnola degli Aristocratici di Castelli

Valentina Melaverde in edizione spagnola

Le opere pre-Corriere dei Ragazzi di Grazia Nidasio, un’autrice che in Spagna ha sempre goduto di grande popolarità, sono state tradotte con successo fin dagli anni ‘60, nella riviste Chio (“Violante”) e la già citata Gaceta Junior, e raccolte in volumi come Marta i els Gangsters (ancora “Violante”, in versione catalana). Bruguera ha pubblicato “Valentina Mela Verde” nelle riviste Lily, Gina e Esther, mantenendo lo stesso titolo ma cambiando i nomi di qualche personaggio, tra cui la sorellina Stefi, ribattezzata Lita. “Il Diario di Stefi”, spin-off di Valentina pubblicato dal Corriere dei Piccoli, uscì sempre con Bruguera in Zipi y Zape, quindi, con il nome Estevi, in Cavall Fort (catalano) e con il nome Nina in Pequeño Pais, supplemento a fumetti del quotidiano El Pais.

Nick Carter in Spagna

I racconti senza personaggi fissi delle varie serie del CdR ispirate alla storia, alla cronaca, allo sport (“Mino Milani inviato nel tempo”, “Fumetto verità, “Uomini Contro”, eccetera) costituirono uno dei pezzi forti delle riviste Blue Jeans (1977-80), Bumerang (1978-79) e in modo molto più limitato  Totem (1977-1986) delle Editorial Nueva Frontera. Blue Jeans e Bumerang erano pubblicazioni “di prestigio” per la maggior parte in bianco e nero; ospitavano fumetti di vari di generi (avventura, fantasy, western, erotico, umoristico) firmati dai ì grandi del fumetto mondiale, tra cui Hugo Pratt, Victor De La Fuente, Moebius, Hermann. Erano distribuite anche in Sud America, e fu grazie a esse che i lettori argentini fecero la conoscenza di autori come Sergio Toppi o Attilio Micheluzzi. Molte di queste storie furono raccolte nei volumi Hombres en Guerra e Soldados de la Suerte della Coleccion Piloto (Editora Valenciana, 1982).  Oltre ai racconti liberi, le due testate ospitarono anche qualche serie, tra cui “Nick Carter” di Bonvi e De Maria e “Esquadra Zenith” disegnata da Breccia, di cui riparleremo nella prossima puntata.

Johnny Focus di Attilio Micheluzzi, edizione spagnola

Sempre dal Corriere dei Ragazzi provenivano “Johnny Focus” di Attilio Micheluzzi, raccolto in Reportajes de Johnny Focus dall’Editora Valenciana (1982) e “Lupo Alberto”, pubblicato in albi da Ediciones B (1988), in due volumi da Norma Editorial (1999), e, dal 1991, nel supplemento domenicanale a colori Pequeño Pais.

La prossima puntata: Portogallo e l’intermezzo “Il metodo Eurostudio”

Alfredo Castelli

La versione spagnola di Lupo Alberto di Silver

Il Maestro diventa El Profesor

El feroz Lupo Alberto

Cuento de Noel di Iris De Paoli (dal Corriere dei Piccoli)

Annunci