Autori: Mino Milani

Mino Milani (Pavia, 1928)

Stelio Martelli, Piero Selva ed Eugenio Ventura. Sono gli pseudonimi dietro i quali si nasconde uno dei più prolifici ed eclettici autori italiani: Guglielmo “Mino” Milani. Laureato in Lettere Moderne nel 1950, lavora fino al 1964 presso la Biblioteca Civica di Pavia, della quale diviene direttore. Autentico autore multimediale, scrive sceneggiature per i fumetti, romanzi (due dei quali vengono portati al cinema e in televisione, rispettivamente da Dino Risi e Carlo Lizzani), testi per ragazzi e saggi storici senza perdere mai la capacità di ammaliare il lettore.

Per certi versi si può dire che il “Corriere dei Ragazzi” è Mino Milani, che vi compare sotto i suoi svariati pseudonimi pubblicando articoli, racconti illustrati e soprattutto fumetti. A disegnarli sono alcune fra le più importanti firme del panorama fumettistico italiano: Milo Manara, Mario Uggeri, Aldo Di Gennaro, Sergio Toppi, Dino Battaglia, Attilio Micheluzzi, Guido Buzzelli e altri ancora. Nei cinque anni di vita del nuovo settimanale, Milani scrive decine di storie e personaggi rimasti memorabili, come Il Maestro o La Donna Eterna (dai romanzi di H.R. Haggard). La passione per il giornalismo e una visione moderna della narrazione per immagini sono la cifra distintiva di Milani, che dà vita anche a serie come Dal nostro inviato nel tempo, testimonianza della sua passione per la storia, e I grandi nel giallo.

Per la sua opera in ambito fumettistico, nel corso del 7° Salone Internazionale dei Comics di Lucca (1971) Milani riceve il premio Yellow Kid come Migliore Sceneggiatore Italiano e nel 2009 il premio “Eroe del Fumetto” a Cartoomics, per un autore che ha affrontato il proprio lavoro senza avere paura di essere etichettato, perché “Habent sua fata libelli”, bisogna lasciare che ogni storia affronti il suo destino.

Annunci

Benvenuti!

Copertina del primo numero del “Corriere dei Ragazzi”

In occasione del quarantesimo anniversario della sua comparsa in edicola, nell’ambito di Lucca Comics & Games, sabato 20 ottobre 2012 è stata inaugurata nel cortile di Palazzo Ducale, in Piazza Napoleone, una mostra storica che ripercore i cinque anni di vita di una rivista fondamentale per il fumetto italiano: il “Corriere dei Ragazzi“. A cura di chi scrive, con la collaborazione di Davide G. G. Caci, il percorso riassume la breve parabola editoriale della rivista, che parte nel 1972 per concludersi quattro anni più tardi, alla fine del 1976, quando cambia testata, pubblico e gran parte degli autori, entrando nella storia del fumetto di casa nostra. Ad accompagnare il visitatore nel percorso, una serie di “totem” che focalizzano l’attenzione su dodici grandi storie da I grandi nel Giallo a Gli Aristocratici, da Il maestro a La Donna Eterna…) e dodici grandi disegnatori (da Sergio Toppi a Dino Battaglia, da Giancarlo Alessandrini a Milo Manara…), nonché gli sceneggiatori principe della rivista, Mino Milani, Alfredo Castelli e così via. Senza dimenticare Silver e il suo Lupo Alberto e tanto altro ancora.

Questo blog segnerà una sorta di conto alla rovescia fino all’inizio di Lucca Comics & Games, il 1 novembre, presentando anticipazioni e immagini legate alle storie e agli autori presentati nella mostra, nonché commenti, piccole chicche inedite legate al “Corriere dei Ragazzi” uscite dagli archivi segreti di Martin Mys… ops, Alfredo Castelli per portare il lettore all’interno di quello che proprio Castelli giustamente ha definito “il settimanale irripetibile”.
Una sorta di percorso di avvicinamento per coloro che si ritroveranno a Lucca all’inizio di novembre – o anche prima, chissà – ma anche una piccola guida per chi voglia avvicinarsi a questa storica rivista e non possa seguire il percorso della mostra.
A gli uni e agli altri l’augurio di una “buona navigazione” nell’oceano della rete!

Pier Luigi Gaspa