Autori: Mino Milani

Mino Milani (Pavia, 1928)

Stelio Martelli, Piero Selva ed Eugenio Ventura. Sono gli pseudonimi dietro i quali si nasconde uno dei più prolifici ed eclettici autori italiani: Guglielmo “Mino” Milani. Laureato in Lettere Moderne nel 1950, lavora fino al 1964 presso la Biblioteca Civica di Pavia, della quale diviene direttore. Autentico autore multimediale, scrive sceneggiature per i fumetti, romanzi (due dei quali vengono portati al cinema e in televisione, rispettivamente da Dino Risi e Carlo Lizzani), testi per ragazzi e saggi storici senza perdere mai la capacità di ammaliare il lettore.

Per certi versi si può dire che il “Corriere dei Ragazzi” è Mino Milani, che vi compare sotto i suoi svariati pseudonimi pubblicando articoli, racconti illustrati e soprattutto fumetti. A disegnarli sono alcune fra le più importanti firme del panorama fumettistico italiano: Milo Manara, Mario Uggeri, Aldo Di Gennaro, Sergio Toppi, Dino Battaglia, Attilio Micheluzzi, Guido Buzzelli e altri ancora. Nei cinque anni di vita del nuovo settimanale, Milani scrive decine di storie e personaggi rimasti memorabili, come Il Maestro o La Donna Eterna (dai romanzi di H.R. Haggard). La passione per il giornalismo e una visione moderna della narrazione per immagini sono la cifra distintiva di Milani, che dà vita anche a serie come Dal nostro inviato nel tempo, testimonianza della sua passione per la storia, e I grandi nel giallo.

Per la sua opera in ambito fumettistico, nel corso del 7° Salone Internazionale dei Comics di Lucca (1971) Milani riceve il premio Yellow Kid come Migliore Sceneggiatore Italiano e nel 2009 il premio “Eroe del Fumetto” a Cartoomics, per un autore che ha affrontato il proprio lavoro senza avere paura di essere etichettato, perché “Habent sua fata libelli”, bisogna lasciare che ogni storia affronti il suo destino.